È chiamata l’erba dei cantanti perché è famosa per far tornare la voce quando viene a mancare a causa di un colpo di freddo.
In realtà la sua azione è molto più completa: è un potente emolliente delle vie aeree superiori, quindi indicatissimo in caso di faringiti, laringiti, tracheiti e per tutti gli stati infiammatori delle prime vie aeree, dovuti a tosse, raffreddore, influenza.
È molto utile anche per le irritazioni e la raucedine tipiche dei fumatori.
È utilizzato tradizionalmente anche per sedare la tosse e come espettorante.
La sua azione è più intensa se utilizzato per via interna e contemporaneamente per sciacqui e gargarismi.